ISTRUZIONI DI UTILIZZO PER PROTESI SCHELETRATA CON ATTACCHI

Home / ISTRUZIONI DI UTILIZZO PER PROTESI SCHELETRATA CON ATTACCHI

Gentile Paziente

Il manufatto protesico che Le è stato applicato è un dispositivo medico su misura ed è stato realizzato dal l’impresa odontotecnica che fornisce questo studio odontoiatrico, sulla base della prescrizione formulata per iscritto dallo studio medesimo e nel pieno rispetto di quanto previsto dal D. Lgs. 46/97 (Direttiva C.E. 93/42).
Anche se la ricerca ha consentito di sviluppare materiali dentali di grande efficacia e sicurezza per la fabbricazione di protesi dentarie tali manufatti protesici non sono i ritrovati alternativi ai denti naturali, ma solo la soluzione sostitutiva in caso di loro mancanza.
Pertanto la protesi applicatale provvede a restaurare il suo organo della masticazione senza tuttavia riportarlo alla funzione di un organo interno.
Al fine di consentirle un uso sicuro ed adeguato della sua protesi è opportuno che consideri attentamente le seguenti:

ISTRUZIONI DI UTILIZZO PER PROTESI SCHELETRATA CON ATTACCHI

La protesi che Le è stata applicata va adeguatamente mantenuta e controllata periodicamente monitorandola ogni 6 mesi; La sollecito quindi a richiedere appuntamento per tali operazioni.
L’igiene domiciliare che Le èè stata insegnata va mantenuta scrupolosamente per poter consentire una buona durata alla protesi ed un corretto stato di salute al suo apparato masticatorio.
La protesi è stata costruita per una funzione masticatoria sostituiva, non è adatta per carichi eccessivi o traumi violenti (schiacciare noci o torrone duro, aprire tappi, spezzare oggetti).
Nel caso si riscontrasse qualsiasi anomalia nella funzione masticatoria della protesi è necessario che si rechi presso questo studio per verifiche.
La protesi potrebbe necessitare di correzioni e controlli non appena applicata, per questo è corretto prevedere di potersi recare presso questo studio nei giorni successivi, per le opportune verifiche.
Ogni protesi, nei giorni successivi all’applicazione, può dare sensazioni o impressioni nuove. Siamo a disposizione per spiegazioni o suggerimenti utili ad un corretto e confortevole utilizzo.
Nel caso la protesi acquistasse strane colorazioni o desse strani sapori in bocca è pregato di comunicarlo al primo controllo presso questo studio, o telefonando.
La protesi appoggia su una gengiva umida e scivolosa senza denti infissi nell’osso; la forza masticatoria è ridotta e dovrà attendere alcune settimane per imparare a portare e a utilizzare la sua protesi totale.
Inizialmente avrààà una sensazione di pienezza e una eccessiva salivazione che caleranno lentamente con il tempo e con l’abitudine.
Le eventuali difficoltà nel parlare diminuiranno velocemente facendo esercizi di lettura ad alta voce.
Non si aspetti di masticare con facilità ed efficienza immediatamente; dovete imparare ad usare la nuova protesi e ciò richiederà tempo e pazienza. Alcuni imparano prima di altri.
La masticazione andrà migliorata gradualmente iniziando con cibi teneri e friabili posti tra i denti posteriori, contemporaneamente a destra e a sinistra per aiutare la stabilità della protesi ed aumentare l’efficienza masticatoria
Nel caso si creassero sulle gengive delle piccole piaghe dovute all’appoggio della dentiera telefoni presso questo studio per gli opportuni ritocchi e non attenda inutilmente una guarigione che non arriverebbe.
La protesi totale inferiore può avere problemi di stabilità e ritenzione. Questo puòòò essere dovuto ad una ridotta area di appoggio, all’inserzione dei muscoli o ad una posizione non appropriata della lingua.
Nel caso la protesi perdesse consistentemente in stabilità od in adesione rispetto alla prima applicazione, prenda appuntamento per il controllo o per la eventuale ribasatura periodica.
Esaminatesi periodicamente la bocca allo specchio, controllando le guance, la lingua, le gengive, il palato. Se osservate ferite o altro contatti questo studio quanto prima.
La protesi èè da togliere e da pulire dopo ogni pasto od ogni spuntino utilizzando uno spazzolino per protesi totale e del dentifricio o del normale sapone, sciacquando poi molto bene.
Nel lavare la protesi, ponga massima attenzione per non farla cadere. Il lavandino pieno d’acqua eviterà che si rompa cadendo.
La “pastiglie disinfettante”, correttamente usata, agisce su di una protessi pulita. Eviti di utilizzarla inutilmente se la protesi non è ben spazzolata
Le resine di cui è è composta la protesi non vanno pulite con solventi o abrasivi, o con spazzole metalliche.
In caso di rottura di un margine protesico telefoni presso questo studio per la riparazione e non utilizzi la protesi con margini taglienti.
Nel caso i denti fossero usurati chiami presso questo studio per la loro eventuale riparazione.
Nel caso si rompesse la protesi chiami questo studio per la riparazione, non utilizzi colle o resine che ne comprometterebbero l’integrità.
Calzi sempre lo scheletrato con le mani ben pulite, lo collochi nella sede sempre con le mani e mai schiacciando con i denti, verifichi che gli attacchi siano correttamente inseriti prima di utilizzarlo per la masticazione.
Nella protesi scheletrato con attacchi esiste un preciso asse di inserimento da rispettare nell’atto della collocazione in bocca e della rimozione. Errori di inserzione possono compromettere l’integrità della protesi.
Nel caso lo scheletrato non restasse ben inserito telefoni presso questo studio per la verifica degli attacchi.
Non stringa o allarghi mai gli attacchi per indurli o renderli piùù morbidi.
Non mangi senza lo scheletrato inserito; gli attacchi presenti in bocca potrebbero riempirsi di cibo non consentendo piùù l’inserzione dello scheletrato.
Se la protesi non viene utilizzata stenterà a calzare sugli attacchi di precisione, fino a non poter essere più utilizzata nel caso passino molti giorni.